• Un web-bar dello sport per veri amanti del mondo sportivo, dove fairplay,
    lealtà e voglia di vincere la fanno da padroni
    A cura di Fabio Vitucci
  • 22.7.13
    Vediamo quali sono stati i migliori acquisti delle squadre italiane ruolo per ruolo

    Non sono più le folli estati in cui le squadre italiane spadroneggiavano in Europa e Sud America acquistando a suon di miliardi (eh sì, dobbiamo tornare indietro alle lire) i più grandi campioni e le migliori promesse del palcoscenico mondiale; ora dobbiamo lasciare l’Oscar del calcio-mercato a Spagna (Neymar al Barça su tutti), Inghilterra (folli spese del City, e si attendono ancora United, Chelsea e Arsenal), Germania (Goetze e Thiago Alcantara al Bayern) e finanche Francia, che quest’anno ha stupito con i due super-ingaggi di Radamel Falcao al Monaco e Edinson Cavani al Psg. Ma con meno soldi e più fantasia, anche le squadre italiane hanno provato a rafforzarsi: schieriamo allora il nostro top 11 delle novità della Serie A.

    In porta va sicuramente Pepe Reina, portiere spagnolo ex Liverpool e uomo fidato di Benitez, che difenderà la porta del Napoli. In difesa un cavallo di ritorno, Maicon, che dopo un anno sabbatico al City (ha giocato davvero pocho) torna in Italia, e precisamente alla Roma del nuovo tecnico Garcia; sempre al Napoli giocherà Raul Albiol, terzino della Spagna campione di tutto e del Real Madrid; come terzo mettiamo Vergara, giovane talento colombiano approdato al Milan.

    A centrocampo i colpi migliori sono stati quelli della Roma con Strootman, giovane campioncino olandese; della Fiorentina con Joaquin, che anche se non è diventato il fuoriclasse assoluto che si pensava ad inizio carriera è pur sempre un signor giocatore (e l’ultima stagione al Malaga è lì a dimostrarlo); Felipe Anderson, purosangue brasiliano da tempo promesso sposo della Lazio; e infine Callejon, altro madrileno acquistato dal Napoli grazie ai tanti soldi incassati per il Matador.

    Passiamo quindi all’attacco: le luci della ribalta vanno sicuramente a SuperMario Gomez, centravanti del Bayern pigliatutto che ha deciso di giocare con più continuità a Firenze, scatenando l’entusiasmo di un’intera città; e poi i due neo-juventini Llorente e Tevez (il primo centravanti alto e potente e il secondo folletto tanto imprevedibile quanto bizzoso), che hanno fatto fare un ulteriore salto di qualità alla squadra campione d’Italia.

    Ecco il nostro top-11, anche se ci attendiamo ancora qualche grosso colpo, soprattutto dal Napoli (alla ricerca di un forte centravanti, con Higuain e Damiao in pole position), ma anche dalle milanesi, rimaste finora bocca asciutta, almeno a livello di grandi nomi.

    Sono presenti 0 commenti

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa